Ass. sport Bologna: “Proposta di riqualificazione del club per il Dall’Ara è stata approvata”

L’assessore allo Sport del Comune di Bologna, Matteo Lepore, ha parlato questa mattina con i microfoni di Radio Nettuno Bologna Uno per parlare della ricostruzione dello stadio Dall’Ara. Martedì scorso, in un comunicato congiunto tra il Club e il Comune, il Bologna Calcio ha annunciato l’approvazione dell’interesse del pubblico per la prevista ricostruzione e l’ammodernamento dello stadio. Il Consiglio ha approvato la richiesta fatta dal Bologna Calcio alla città – ha spiegato Lepore -. Siamo coinvolti nella strategia economica e finanziaria presentata dal Club a cui abbiamo accettato di contribuire con una quota sostanziale. Questo intervento servirebbe anche a riqualificare l’antistadio e a controllare adeguatamente il settore cittadino”. Voglio sottolineare che l’investimento sarà speso in questo momento di crisi. A causa del flusso delle partite, abbiamo sfide persistenti in quell’area e l’aggiornamento contribuirebbe a rendere più fluida la gestione dell’area nei giorni delle partite per rendere la zona accessibile durante la settimana.
Lo esploreremo con le comunità cittadine e con Bologna nel prossimo anno perché abbiamo un approccio alternativo nel tempo dei cantieri per le società sportive coinvolte nello stadio e nell’antistadio, oltre a dover considerare quale possa essere la destinazione culturale e sociale di questi spazi. Sto sognando la Torre della Maratona, un bel punto di riferimento. Inoltre, l’attivazione di una struttura 7 giorni su 7 significa l’esistenza di eventi turistici economici e culturali, che arricchirebbero ulteriormente la regione. Per quanto riguarda il progetto, ci occupiamo di Bologna da anni, e nel tempo la stessa cosa è stata perfezionata. La mobilità è stata impegnata negli ultimi passi: come attirare i tifosi ospiti, l’amministrazione nei giorni delle partite, il trasporto pubblico, il parcheggio. Per quanto riguarda la programmazione, il piano è di iniziare con i cantieri nel 2022, poi in 2 anni, Bologna ha annunciato di voler terminare tutto. Anche la sistemazione temporanea che il Bologna vorrà giocare in quel periodo dipenderà da tutto. Da questo punto di vista stiamo cercando soluzioni nella comunità, ma il club ha guardato anche oltre. Ovviamente, sarebbe ancora necessario fare una stima economica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *