Roma-Pellegrini, è il giorno della verità: oggi il provino per Bologna

Alla fine, la prima diagnosi è stata quella decisiva: La frattura della caviglia slogata e commotiva di Pellegrini dopo essere stato colpito da Obiang domenica scorsa a Roma-Sassuolo. Nessun coinvolgimento o rottura del legamento e oggi a Trigoria sarà la giornata della realtà anche per questa causa. Dopo la trasferta in Bulgaria che ha concluso il girone di Europa League la squadra è tornata in serata, ma nella capitale sono rimasti molti giocatori importanti e tra questi c’è anche Lorenzo Pellegrini. I sette giallorossi, dopo essersi allenati autonomamente nei giorni scorsi, si sono impegnati a spingere le risposte della caviglia per imparare nella preparazione di oggi. La convocazione di domenica contro il Bologna arriverà anche in caso di ok.

Difficile immaginarlo sul campo, ma c’è molta motivazione per esserci, almeno nella gara in corso, soprattutto dopo le fortissime critiche che si sono guadagnate sui social media durante la sfida contro la squadra di De Zerbi. In alcune occasioni, Fonseca si è schierato dalla parte di Lorenzo, lo ha difeso fino in fondo, e il giocatore ha ammesso che reagire attraverso i social media era falso. Ora la testa è solo sull’obiettivo della stagione, che è l’ingresso in Champions League, come ricordato ieri in un’intervista a Instagram. Ma soprattutto è la cosa che ci preme di più: “È la cosa che ci preme di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *